Lettera-petizione per smentire le affermazioni del ministro della giustizia Taubira

Cliccare qui per firmare la nostra petizione.

Cari genitori di bambini in ostaggio.

Con una lettera del luglio 2012, la signora JoelleGarriaud-Maylam, senatricedei francesi all’estero, ha sottolineato alla Signora Christiane Taubira, Ministrodella Giustizia e delle Libertà, le difficoltà che alcuni comportamenti dellaGiustizia tedesca, provocano ai genitori francesi per impedire loro di mantenereun legame con i loro figli franco-tedeschi dopo un divorzio o una separazione difatto.

Con una lettera del 3 dicembre 2012, la Signora Taubira gli ha risposto :

« Di questi strumenti è eccellente: le risposte dei nostri partners sono rapide e conformi ai testi in vigore, il numero delle decisioni di ritorno in Francia in seguito allo spostamento di figli notevole e rappresentativo dell’applicazione corretta delle regole comuni da parte dei giudici tedeschi. In tal modo l’esperienza che ne trae il ministero della giustizia nella gestione dei fascicoli franco-tedeschi, contraddice l’opinione di alcuni genitori che ritengono che le autorità tedesche siano discriminanti nei confronti degli stranieri. »

Ignorando i vari casi resi noti dai media e quelli per i quali numerosiparlamentari (la senatrice UMP dei francesi all’estero, JoelleGarriaud-Maylam, gli eurodeputati MODEM e UMP NathalieGriesbeck e Philippe Boulland, ildeputato PS dei francesi all’estero Pierre-Yves Le Borgn…) sollecitano leautorità da quasi ventanni, adesso vuolee far credere che migliaia di « alcunigenitori » di cui molti sono francesi, sarebbero dei mitomani non del tuttoprivi di responsabilità per quel che sta succedendo loro.

Siamo comunque certi che la Signora Taubira è perfettamente al corrente diquesti problemi e che non ignora che Pierre-Yves Le Borgn ha fatto in meritouna denuncia che ha definito « rapimenti legali di bambini ».

Sa anche che siamo molto più numerosi della ventina di genitori francesi chesi sono confrontati con difficoltà analoghe alle nostre con il Giappone e cheinvece, hanno beneficiato dell’attenzione del governo e degli altri paesi membriquando la Francia era governatrice dell’Unione Europea nel 2008.

Ci rallegriamo ovviamente del sostegno di cui hanno beneficiato (vedereanche la risposta scritta di JoelleGarriaud-Maylam del 28/01/2010), ma nonriusciamo a capire la differenza di comportamento preso dal governo francesenei confronti del Giappone e della Germania che viola apertamente la Carta deidiritti dell’Uomo, carta europea ed altre convenzioni internazionali da almenovent'anni.

Per concludere, al di là dei rapimenti illeciti di bambini, è ancora più importante ilproblema delle pratiche della giustizia tedesca familiare che penalizzacentinaia di genitori non-tedeschi residente in Germania o rientrati nel loropaese d’origine che, a scapito dell’interesse dei bambini, non ne ottengono mail'affido e sono deprivati anche del diritto di visita.

Qui ancora un notevole numero di « alcuni genitori » che il ministro dellagiustizia ha deciso di screditare.

Per questi motivi, per i nostri figli che alcuni di noi non vedono più da tantotempo, per tutti gli altri genitori e i loro figli che all’improvviso rischiano comenoi di vedere distrutta la loro vita, vi incoraggiamo a smentire le accusedella Signora Taubira firmando il formulario qui sotto.

 

Rimane inteso che ci impegnamo a trasmettere i vostri dati solo edesclusivamente alla Signora Taubira e a non divulgarli senza il vostro consenso.

Firmate per smentire i propositi della Signora Christiane Taubira

  • Padre, madre, nonni, zii, zie e parenti prossimi…precisate peresempio : « Sono la madre della piccola Giulia… » nel campocommento.
  • Genitori di figli rapiti, in cerca di lavoro o meno, non dimenticated’indicare la vostra professione nel campo commento.

 

 Firma la petizione
(che non verrà pubblicata)
(scrivere al seguente)
* campi obbligatori


 Firme
Raccolti finora:
105 firme
Petitions by Great Joomla!